Le specialità lombarde - Trattoria Bevera - Viggiù Varese

Le specialità nostrane sono il punto forte della nostra Trattoria: in base alla stagione, è possibile gustare i piatti tipici che hanno fatto la storia della tradizione Lombarda.
Durante i freddi mesi invernali, prepariamo spesso la Cassoeula seguendo la ricetta di una volta che si è tramandata di generazione in generazione.
Oppure in primavera, in occasione della Rassegna Gastronomica dell'Asparago di Cantello, dedichiamo un menù solo a questa deliziosa primizia.
Il bello della nostra Trattoria è la varietà: non troverete mai lo stesso menù! Non esitate a contattarci per qualsiasi informazione.


La Cassoeula

Arturo Toscanini, famoso direttore d’orchestra italiano, era molto ghiotto di questo piatto tipico della tradizione milanese e monzese: la Cassoeula. Chiamata anche Bottaggio - che deriva dal termine potage francese ovvero zuppa – è un piatto tipicamente invernale della tradizione popolare.
La sua origine potrebbe risalire al culto popolare di Sant’Antonio Abate, che viene festeggiato il 17 gennaio: questa data segna la fine della macellazione dei maiali, ingrediente base di questo piatto. Un tempo venivano usati i tagli meno pregiati dei maiali, disponibili fra i contadini, e venivano uniti alle verze, un ortaggio base della cucina contadina, povero e sempre disponibile dopo il primo gelo.

Gli ingredienti base della Cassoeula sono quindi tipicamente invernali: in primis le verze che per essere pronte e quindi davvero buone devono essere utilizzate solo dopo la prima gelata; le parti meno nobili del maiale (cotenna, piedini, testa e costine) anche queste disponibili in inverno, quando il maiale era pronto per il macello dopo essere stato ben ingrassato. Alcuni aggiungono anche della passata di pomodoro per dare un po' di colore alla zuppa.
Il nome Cassoeula potrebbe derivare da Casseruola: il grande pentolone nel quale venivano cotti lentamente e con cura tutti gli ingredienti.

Pentolone di Cassoeula
Trattoria Bevera


Il piatto si è davvero affermato nella tradizione gastronomica lombarda solo nel XX secolo, ed ogni zona ha le sue varianti: per esempio la tradizione comasca prevede l’aggiunta del vino bianco e della testa del maiale; in Brianza invece è più asciutta mentre a Milano decisamente brodosa; in Trentino oltre alle verze sono usati anche crauti; nel Varesotto invece si aggiungono anche i verzini, piccole salamelle con l’impasto della salsiccia.

Nella cucina della nostra Trattoria Bevera, soprattutto nel periodo invernale, proponiamo questo piatto tipico, che viene cucinato seguendo i gesti della tradizione e scegliendo solo materia prima di qualità: con la stessa cura e passione di un tempo, prepariamo la Cassoeula nel grosso pentolone, mescolandola lentamente e occupandoci della cottura come si faceva un tempo.

Per completare il piatto, la serviamo con della buona polenta fumante e morbida, che tende ad assorbire il sughetto della Cassoeula insaporendosi. Non vi resta che venire a provarla.


Copyright © . | P.IVA 01552920124 | Privacy Policy | Cookie Policy